Vai menu di sezione

Cortina, che storia.

Nel 2019 Cortina d'Ampezzo si prepara a celebrare importanti ricorrenze.

Candidature olimpiche

Sembra proprio che il destino delle candidature di Cortina sia in qualche modo legato al numero 9.

Nel 1939 Cortina ottenne l'assegnazione dei Giochi olimpici invernali del 1944, battendo le altre candidature di Oslo e Montréal. Ma lo scoppio della seconda guerra mondiale stroncò l'iniziativa.

Nel 1946 la FISI decise, con l'avallo della Giunta comunale e del CONI, di riproporre la candidatura di Cortina per ottenere i VI Giochi olimpici invernali. Fu solo alla terza candidatura, il 27 aprile del 1949, che Cortina ottenne di poter organizzare i Giochi nel 1956.

(Fonte: Wikipedia)

E dopo 70 anni, nel 2019 Cortina è candidata con Milano per le Olimpiadi del 2026, che verranno assegnate a giugno 2019 a Losanna.

110 anni di Strada delle Dolomiti.

Il 13 settembre 1909 vi fu il taglio del nastro con il completamento dell'ultimo tratto dell'opera, fra Arabba e Cortina e la strada venne inaugurata con un viaggio in automobile da Bolzano sino al cuore della Regina delle Dolomiti.

10 anni di Dolomiti UNESCO

Nel 2019, anno del turismo lento, sono dieci inverni dal riconoscimento delle Dolomiti quale Patrimonio dell’Umanità UNESCO, per il loro valore estetico e paesaggistico e per l’importanza scientifica a livello geologico e geomorfologico.

Le Dolomiti che abbracciano Cortina d’Ampezzo, regalandole una magnifica corona di vette e declivi, consistono di nove sistemi montuosi tra loro separati da vallate, fiumi e altri gruppi montani, estesi su 142mila ettari che formano il Bene UNESCO.

www.dolomitiunesco.info

Dolomiti Superski: e sono 45!

Un numero magico per un’età importante e una curiosità: perché Cortina d’Ampezzo apre la sequenza delle dodici valli del Dolomiti Superski?

Cortina d'Ampezzo fu la prima sede del Dolomiti Superski, quando iniziò la grande avventura del carosello sciistico nel 1974, con l’unione di Cortina, Plan de Corones, Alta Badia, Val Gardena, Val di Fassa e Arabba in una costellazione da 250 impianti di risalita e 740 km di piste. Già l'anno successivo la Val Pusteria aderì al progetto, nel 1976 seguirono la Val di Fiemme/Obereggen e San Martino di Castrozza e nel 1979 la Valle Isarco. Infine, nel 1992, l'adesione della zona del Civetta e nel 2000 della Marmolada.

Cortina d’Ampezzo è dunque il numero primo che ha fatto da “mamma” al carosello sciistico delle Dolomiti il quale, nel 2019, compie 45 anni!

www.dolomitisuperski.com

Fonte: UFFICIO COMUNICAZIONE Cortina Marketing - Se.Am.

torna all'inizio del contenuto
Pagina pubblicata Venerdì, 04 Gennaio 2019

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto